Medonne du Tremelizze, la storia.

Leggenda vuole che l'icona bizantina della Madonna dei Martiri, portata dai crociati in ritorno dalla Terra Santa o secondo altre versioni venuta dal mare, da marinai molfettesi che l'hanno "pescata", proteggendoli, più volte durante il pericoloso mestiere di naviganti. La Madonna fu quindi posta sull'altare maggiore della Chiesa, cambiando il suo nome precedente in Maria SS. Regina dei Martiri (la chiesetta, appunto, era dedicata ad essi). Ma l'evento più importante della devozione verso Maria SS. Regina dei Martiri risale all'11 maggio 1560, quando, durante la notte, un terremoto devastante sconvolse Molfetta e le città limitrofe ma, miracolosamente, la nostra città rimase illesa. "Medonne du Tremelizze" ossia Madonna del terremoto. Il culto per la Madonna dei Martiri nacque nel 1188 circa, quando giunse a Molfetta la sacra icona della Vergine della Tenerezza (successivamente rinominata Madonna dei Martiri) dalla Terra Santa, presumibilmente dai crociati che sostarono nell'ospedaletto, dopo un lungo viaggio dall'Oriente.

Foto del 2011

La plurisecolare devozione verso l’icona della Madonna dei Martiri indusse papa Innocenzo VIII (29/8/1484 - 25/7/1492), vescovo di Molfetta dal 1472 al 1484, a concedere il 1° giugno 1485 indulgenza plenaria in perpetuo ai devoti che avessero visitato il Santuario la Domenica “in Albis” e l’8 settembre, Natività della Madonna.
Il 28 dicembre 1755 fu accordata l’aggregazione alla Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma, che equiparò il Santuario a quest’ultima in termini di grazie, indulgenze, privilegi e indulti apostolici. Secondo quanto tramanda mons. Giovanni Antonio Bovio (1607-1622) l’icona sarebbe stata portata a Molfetta “nell’anno 1188 dai cristiani, espulsi dall’Oriente” ma indagini accurate suggeriscono una datazione probabilmente non anteriore al XIV secolo.

Foto del 2013

Foto del 2015

(Cliccare sulle immagini per ingrandirle)
Molfetta nel passato.
Il semplice amore per la città di Molfetta ci ha portato alla realizzazione di questo semplice diario di ricordi. Un piccolo omaggio alla nostra città.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...