Cattedrale di Santa Maria Assunta.

Cattedrale di Santa Maria Assunta. Molfetta. La chièse grenne.
La chiesa del Collegio dei Gesuiti, odierna Cattedrale (il collegio 1610-1744).



(Ringraziamo Gegè Gad Luigi Gadaleta per aver concesso queste bellissime foto)


La Cattedrale di Maria SS. Assunta, la cui maestosa facciata, ultimata nel 1744 dopo anni di lavori avviati nel periodo compreso tra aprile del 1610 e luglio del 1611 e proseguiti nel XVIII secolo, fu edificata unitamente al collegio dei Gesuiti.
Sulla facciata, in alto, è collocata una grande statua marmorea di Sant'Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù. Responsabili della costruzione dell'edificio furono i padri Gesuiti fino al 1773; successivamente fu sottoposta a lunghi restauri durante i quali fu ampliata l'abside, furono rifatti la pavimentazione, la sagrestia e il battistero e fu eretto il campanile.
Durante l'epoca borbonica sorsero, verso sud-ovest, nuovi quartieri (Catecombe, san Gennaro e della Cattedrale).
Divenuta Cattedrale nel 1785, essendo ormai il Duomo di San Corrado divenuto insufficiente alle esigenze di culto dell'aumentata popolazione, in essa si conservano, in un'urna d'argento, le spoglie del patrono san Corrado di Baviera.

Fra le altre opere custodite nella Cattedrale ricordiamo la Dormitio Mariae attribuita allo Scacco (XVI secolo), il monumento sepolcrale del naturalista e storico molfettese Giuseppe Maria Giovene, posto a sinistra dell'altare dedicato a San Corrado e su questo la magnifica tela del Giaquinto raffigurante l'Assunzione della Madonna in cielo.


2012

In uno degli Altari laterali della Cattedrale, si conservano, alla venerazione dei fedeli, la Mitria e il Pastorale appartenuti al Servo di Dio don Tonino Bello, in odore di Santità. (Wikipedia).
Il Museo Diocesano di Molfetta (Bari) ha sede nel Seminario Vescovile, collegio della Compagnia di Gesù, edificato a partire dal 1610, è stato fondato nel 1881, per volere del vescovo Filippo Giudice Caracciolo (1820 - 1833). Dopo un lungo periodo di oblio, si deve all'iniziativa del vescovo Achille Salvucci (1935 - 1978) la sua riapertura ed al successore Aldo Garzia (1978 - 1982) l'istituzione del Museo-Pinacoteca nel 1980. Il Museo Diocesano ha subito diverse ristrutturazioni, ad esempio quella voluta dal Vescovo Luigi Martella (anno 2000).
Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi.





(Cliccare sulle immagini per ingrandirle).

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...