Chiesa San Giuseppe.

1953

La chiesa di san Giuseppe fu realizzata sui terreni di proprietà di Domenico Carabellese. La chiesa è stata realizzata su progetto dell'Ing Mezzina, a tre navate stile neoclassico e fu benedetta da Mons. Achille Salvucci. 
Nel febbraio del 1947 fu apposta la prima pietra all’erigenda Opera Salesiana con il concorso di numerose Autorità civili e religiose. Il 19 marzo 1953, festa di S. Giuseppe, ufficialmente la chiesa venne inaugurata. Presso la Parrocchia San Giuseppe si conserva la statua lignea di San Giovanni Bosco, scolpita nel 1964 dallo scultore Giuseppe Stuflesser di Ortisei.
Zona periferica San Giuseppe denominata: "U tembine".
La parrocchia San Giuseppe è stata anche la sede dell'opera e oratorio dei Salesiani. La congregazione venne fondata da Giovanni Bosco (1815-1888): secondo dei figli di Francesco e Margherita Occhiena, modesti agricoltori, perse giovanissimo il padre e, all'età di sedici anni, iniziò a studiare a Chieri per diventare sacerdote. Venne ordinato prete il 6 luglio 1841 dall'arcivescovo di Torino Luigi Fransoni e per i tre anni successivi soggiornò nel capoluogo piemontese dove perfezionò la sua formazione teologica presso il Collegio ecclesiastico. Nel 1858 don Bosco venne ricevuto a Roma da papa Pio IX che ne incoraggiò l'opera. Giovanni Bosco è stato beatificato il 2 giugno 1928 da papa Pio XI, che lo ha proclamato santo il 1º aprile 1934.
Devozione tipica dei salesiani è quella a Maria, onorata con il titolo di Ausiliatrice (aiuto dei cristiani), in onore della quale don Bosco promosse la costruzione di una solenne basilica a Torino.

(Cliccare sull' immagine per ingrandirla).
(Foto: Gegè L. Gadaleta album).

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...