Via San Carlo.


Via San Carlo - Molfetta. In questa foto, in alto, notiamo la Processione della Madonna dei Martiri verso l'imbarco in zona banchina San Domenico, 2014. Precedentemente a questa data l'imbarco era sul molo pennello. Lo sbarco sarà sempre in zona banchina San Domenico.
08/09/2014


In questa foto notiamo la costruzione di una piccola imbarcazione, presso via San Carlo, ad opera di maestri d'ascia. Il maestro d'ascia (anche mastro d'ascia) era una professione di spicco dei vecchi cantieri navali, quando le imbarcazioni venivano ancora costruite prevalentemente in legno.
Esperti dei vari tipi di legname ne riconoscevano l'essenza, l'uso, e, infine, la collocazione all'interno dell'imbarcazione. La loro bravura consisteva nel sagomare e adattare il ceppo di legno a quella che poi sarebbe stata la sua definitiva funzione. Tale operazione di sagomatura era appunto fatta con un attrezzo chiamato ascia.

Via San Carlo - "Terr cavat" "il fosso" - Terra cavata, quartiere tra Via M. dei Martiri e Via S. Carlo.
Presso la zona del "pozzo dei cani", in particolare presso via San Rocco, sorgeva in passato la chiesa di S. Rocco e S. Sebastiano (1578), con ingresso principale da via S. Carlo civico 1 (angolo via San Rocco). Fu fondata dal vescovo Majorana e fu anche sede della Congregazione della Purificazione della Beata Vergine. Nel 1825 fu ceduta al Comune e fu utilizzata come luogo temporaneo di deposito salme destinate al cimitero. Nel 1891 fu demolita per consentire la costruzione di abitazioni ad uso privato.


(Ringraziamo Gegè Gad Luigi Gadaleta per aver concesso queste bellissime foto).
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla).



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...