Giulio Cozzoli. La biografia.


Giulio Cozzoli nasce a Molfetta il cinque maggio 1882 da Maurangelo ed Elisabetta Daliani Poli.
La prima opera artistica del Cozzoli fu realizzata all'età di 10 anni, ed era un busto in gesso che ritraeva il padre a grandezza naturale. Circa due anni più tardi questa sua prima opera convincerà il noto scultore molfettese Filippo Cifariello a credere nelle sue grandi doti tanto da farne un suo allievo e portarlo con se a Roma e Passau, in Baviera nel 1896. Nel 1900 sarà a Monaco.
Nel 1902 presta servizio di leva a Firenze. Nel 1904 torna a Roma su richiesta di F. Cifariello per lavorare al cavallo del monumento ad Umberto 1° commissionato al Maestro dalla città di Bari. Nel 1905 in un locale dell'Istituto Apicella lavorerà alle statue in cartapesta che rappresentano la Veronica ed il Gruppo della Pietà che vanno tuttora in processione il Sabato Santo secondo la tradizione molfettese. Nel 1909 torna a Roma dove allestisce uno studio nella piccola piazzetta Scossacavalli. Nel 1911 torna a Molfetta e ospite in un locale del Seminario Vescovile realizza ulteriori opere fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Nel 1915 fu inviato prima a Chieti nel 18° Reggimento Fanteria e poi verrà trasferito a Servigliano. Nel 1919 finita la guerra Cozzoli torna definitivamente a Molfetta aprendo un proprio studio nel prestigioso Palazzo Cappelluti realizzando tantissime opere di grande prestigio. Nella notte del 15 febbraio 1957 Giulio Cozzoli muore improvvisamente.
La targa commemorativa in Via Rattazzi, 33, Molfetta.



Il semplice amore per la città di Molfetta ci ha portato alla realizzazione di questo diario di ricordi. Un piccolo omaggio alla nostra Città.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...