La Candelora. Maria SS. della Purificazione.


La Candelora. Duomo, Molfetta.
2 Febbraio.
La solennità commemora, 40 giorni dopo la nascita di Gesù la sua presentazione al tempio e la purificazione di Maria. Nella chiesa di S. Corrado è venerata la Madonna della Presentazione o Purificazione di Maria. La statua raffigura la Madonna con nelle braccia il Bambino e ai piedi due Angeli che reggono rispettivamente un paniere con due tortorelle e una candelina. La statua lignea è opera di Nicolò Antonio Brudaglia di Andria, 1772.
In questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti", come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi. La festa è anche detta della Purificazione di Maria, perché, secondo l'usanza ebraica, una donna era considerata impura del sangue mestruale per un periodo di 40 giorni dopo il parto di un maschio e doveva andare al Tempio per purificarsi: il 2 febbraio cade appunto 40 giorni dopo il 25 dicembre, giorno della nascita di Gesù.
Anticamente questa festa veniva celebrata il 14 febbraio (40 giorni dopo l'Epifania). Nel VI secolo la ricorrenza fu anticipata da Giustiniano al 2 febbraio, data in cui si festeggia ancora oggi.
(Ringraziamo Gegè Gad Luigi Gadaleta per aver concesso questa bellissima foto in alto).


La statua lignea raffigurante la Purificazione della Vergine Maria, opera dello scultore Nicolò Antonio Brudaglia di Andria, venerata presso il Duomo di Molfetta. Presso il Duomo ha sede anche la Confraternita della Purificazione di Maria SS. La statua è anche detta "La Medonn d l prudd", ovvero la Madonna dei pulcini, per via delle due tortorelle che i genitori di Gesù offrirono al Tempio durante la presentazione del loro primogenito, e che sono rappresentate nel simulacro in un cesto retto da uno dei due angioletti, mentre l'altro porta la candela, simbolo della "Festività della Candelora". Presentare il primogenito al tempio significava riconoscere che Dio è il creatore, infatti il giorno della Candelora si benedicono le candele simbolo di luce, che è base di vita.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...