La Croce e l'inizio della Quaresima. Chiesa del Purgatorio.



L'inizio della Quaresima nella nostra città è dettato dalla tradizionale Processione notturna della Croce. Guarda anche il video.


Alla mezzanotte le porte della chiesa del Purgatorio si aprono, mentre il campanile della Cattedrale scandisce trentatrè lenti rintocchi e la processione della Croce parte, snodandosi per le principali vie della città di Molfetta, sino al Calvario, dove verrà deposta e dopo una breve omelia si torna al Purgatorio. Suggestivo è anche il momento del passaggio della processione della Croce, presso la chiesa di Santo Stefano, per l'occasione aperta ai fedeli. Le origini di questa tradizionale processione risalgono alla fine del 1890 e forse anche prima.
In passato, si vagava per le vie della città senza una precisa meta, al seguito di una Croce che originariamente usciva dalla casa del sagrestano. Dopo il 1948 (assemblea dei Confratelli del 19/Dic/1948), l'Arciconfraternita della Morte, iniziò ad organizzare in modo più definito, questa processione, prendendo in carico questo Rito e d'allora la Croce uscì dalla Chiesa del Purgatorio. Durante il tragitto vengono suonate le note del classico "Ti tè" con tamburo e assolo di tromba. La Croce dell’Arciconfraternita della Morte è una grande Croce latina in legno nero. Fino agli anni cinquanta del secolo scorso la processione della Croce, più che l’inizio della quaresima, segnava la fine del carnevale. A quell’epoca, a Molfetta, il carnevale era un evento molto importante ed atteso per tutto l'anno.
Il Mercoledì delle ceneri ricorre quaranta giorni prima della Pasqua, escludendo però dal conteggio le domeniche (che non sono mai state considerate giorni di digiuno).
La chiesa del Purgatorio, dedicata a Santa Maria Consolatrice degli Afflitti, fu edificata a partire dal 15 agosto 1643 per volontà del sacerdote Vespasiano Vulpicella, su un terreno comunale chiamato "dei Torrionj", acquistato l'anno precedente (22 agosto 1642). 
Il Mercoledì delle ceneri è il mercoledì precedente la prima domenica di quaresima che coincide con l'inizio della quaresima, periodo liturgico penitenziale in preparazione della Pasqua cristiana. In questo giorno tutti i cattolici dei vari riti latini sono tenuti a far penitenza e ad osservare il digiuno e l'astinenza dalle carni. Da queste disposizioni ecclesiastiche derivano alcune locuzioni fraseologiche come carnevale (dal latino carnem levare, cioè "eliminare la carne") o martedì grasso (l'ultimo giorno di carnevale, vigilia delle Ceneri, in cui si può mangiare "di grasso").
Il rito delle Ceneri si chiama così perché, durante la celebrazione, il sacerdote pone un po’ di cenere benedetta sulle teste dei fedeli. Naturalmente non è cenere qualunque ma è quella ricavata dalla bruciatura dei rami di ulivo benedetti nella Domenica delle Palme
dell’anno precedente. Durante la Quaresima, inoltre le donne, erano impegnate nella pulizia delle proprie case, perchè era considerato un rito purificatorio in vista della Resurrezione di Cristo.
(Cliccare sulle immagini per ingrandirle).


La Quaresima a Molfetta.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...