Terremoti avvertiti a Molfetta.

I terremoti più significativi, avvertiti a Molfetta in passato.
In molti pensano che gli Tsunami (conseguenti un evento sismico) non si sono mai verificati in Puglia e alcuni pensano addirittura che terremoti di forte intensità non si sono mai verificati nelle vicinanze di Molfetta. Vediamo invece con questi dati cosa ci insegna il passato.
Nel corso del tempo sono stati avvertiti a Molfetta numerosi terremoti, di cui alcuni anche di forte intensità, tali da causare anche diversi danni ad immobili e persone, altri invece sono terremoti semplicemente avvertiti a Molfetta, il cui epicentro a diversi chilometri. Di seguito riportiamo un elenco di terremoti avvertiti a Molfetta. Nell'elenco è riportata la data, l'epicentro e la magnitudo (scala Richter). Il primo terremoto risale all'anno 375 D.C. il cui epicentro fu a Benevento.

Anno: 375 Epicentro: BENEVENTO Magnitudo:  6.0 Avvertito.
25.10.989 IRPINIA 6.0 Avvertito distintamente.
1223 GARGANO 6.0 Avvertito.
1273 POTENTINO 5.8
17.07.1361 FOGGIANO 6.0 Diversi crolli.
1414 GARGANO 5.8
15.01.1466 IRPINIA 6.0 Lievi danni a Molfetta.
11.05.1560 BARLETTA 5.66 Molti crolli e danni; 300 vittime circa. (Barletta magnitudo 8 scala Mercalli - Molfetta magnitudo 5 scala Mercalli). Costa pugliese centrale. Ore 04:40. (A tal proposito leggi anche "Medonne du tremelizze").
30.07.1627 GARGANO 6.7 Almeno 4000 morti. Segue tsunami. Mare che penetra nel litorale per circa 3,5 km nella zona di Vieste. Massima ingressione marina mai registrata in Italia.
31.05.1646 GARGANO 6.6 Tsunami nel lago di Varano e nelle zone limitrofe.
29.01.1657 GARGANO 6.3
08.09.1694 IRPINIA E
LUCANIA 6.8 Diversi crolli e vittime.
20.03.1731 FOGGIANO 6.33 Tavoliere delle Puglie. Crolli anche a Barletta, Molfetta e Canosa. Circa 2500 vittime. Tsunami a Manfredonia e Barletta e zone limitrofe, con imbarcazioni gravemente danneggiate e molti danni. A Molfetta la chiesa di San Pietro subì notevoli danni e successivamente fu restaurata. Molte abitazioni private subirono diversi danni strutturali. Ore 03:00. Molfetta, intensità 8 scala Mercalli.
29.11.1732 IRPINIA 6.6 diversi crolli.
01.02.1826 BASILICATA 5.7
20.11.1836 BASILICATA 5.9
14.08.1851 BASILICATA 6.3
16.12.1857 BASILICATA 6.9 diversi crolli.
06.12.1875 PUGLIA 6.0 Sisma notturno. Avvertito distintamente dalla popolazione.
07.06.1910 IRPINIA 5.8
21.08.1962 IRPINIA 6.2
23.11.1980 IRPINIA-BASILICATA 6.9 profondità 12 Km. Avvertito distintamente anche a Molfetta. Lievi danni ma molta paura tra i residenti. Ore 18:34. Molfetta magnitudo 5 scala Mercalli. Successivamente molte scosse di assestamento.
05.05.1990 BASILICATA 5.8 Avvertito distintamente.

La scala Mercalli, dal nome del sismologo italiano, classifica l’intensità di un terremoto in base ai suoi effetti visibili sulle costruzioni. Parte dal 4° grado ovvero le scosse sono avvertite dalla maggior parte delle persone e si hanno lievi lesioni ai fabbricati. Il grado massimo 12° prevede la totale distruzione.
La scala Richter, invece classifica la cosiddetta magnitudo di un terremoto, cioè fornisce una valutazione più oggettiva e precisa e consente di conoscere la quantità di energia liberata dal terremoto.

Molfetta nel Passato. Riproduzione riservata ©

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...