Cos'era la "malombra" ?


La "malombra" è una figura molto conosciuta a Molfetta e secondo le credenze popolari è un'ombra che vivrebbe in casa o in prossimità di esse. Questa figura è simile ad un fantasma e spesso faceva parte dei racconti della gente. Questa "malombra" vagava di notte per le vie della città vecchia e si insediava nelle case. Un episodio davvero molto temuto, in passato, era costituito dal fatto che questa "malombra" si posava sul petto della gente mentre dormiva, nei propri letti, bloccando il respiro del malcapitato, procurando anche vistosi ematomi la mattina seguente, e nei casi più gravi anche la morte, perchè la "malombra" posandosi sul petto poteva bloccare anche il respiro. Il malcapitato non era in grado di potersi girare durante il sonno (o con molta fatica) ed era letteralmente bloccato da essa durante la condizione intermedia tra il sonno e la veglia, una specie di paralisi notturna.
Per evitare la comparsa della "malombra" nelle proprie case, la gente usava diversi stratagemmi, quali ad esempio, croci in casa, una scopa fuori dalla porta della propria abitazione, forbici vicino al letto.
Letteralmente la possiamo definire un'ombra malefica, malvagia.
 In pochi potevano vederla e a volte era percepita la sua presenza da rumori notturni o spostamenti di oggetti ed era paragonata, da molti, alla sfortuna che si insediava in casa. Era una figura oggetto di molti racconti da parte del popolo, sopratutto del Sud Italia, perchè in passato si credeva molto a questi eventi poco spiegabili.
Molfetta nel Passato.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...