L'Ave Maria alla Madonna; l'Avémméri alla Médonne.


"Ci av'a disce L'Avémméri alla Médonne? Fémmene"
"Chi vuol dire un Ave Maria alla Madonna? Donne"
"Ci è devote alla Médonne"
"Chi è devoto alla Madonna"
"Ci é ca'ava scì o Calvariè?"
"Chi deve andare al Calvario?"
Ascolta l'audio.

La notte tra il 30 ed il 31 Marzo per le strade di Molfetta possiamo ascoltare queste frasi, urlate da una donna, ed il suono di un piccolo campanello, che invitano i molfettesi a dar vita ad una tradizione molto antica di Molfetta, ovvero: "L'Ave Maria alla Madonna", l'Avémméri alla Médonne". Un gruppo di donne devote si ritrova presso piazza Cappuccini a mezzanotte, dividendosi in due gruppi, uno che percorre le vie della zona levante di Molfetta e l'altro che percorre le vie della zona di ponente. Il gruppo, successivamente riunitosi, pian piano diventa sempre più numeroso e seguendo un tragitto casuale, arriva al monumento del Calvario, dove tutti pregano inginocchiati, recitando anche il rosario e accendendo diversi "lumini". Intorno alle ore 04:00 il gruppo si dirige verso la chiesa del Purgatorio, in via Dante, e bussano al portone della chiesa, urlando: "Médonne apre la pórte", per "chiamare" la Madonna Addolorata, presente al suo interno. Successivamente il gruppo si dirige presso la chiesa di S. Stefano ed anche qui, bussando al portone, "chiamano" Cristo morto, presente al suo interno, urlando: "Criste apre la pórte" e recitando il Padre Nostro. A questo punto ( è quasi l'alba), questa bellissima tradizione, dedicata alla Madonna Maria SS. Addolorata, volge al termine.
Secondo le testimonianze passate, questo rito aveva lo scopo di cacciare le streghe dalla città tramite una preghiera dedicata alla Madonna Addolorata, Vergine dei Dolori, e sicuramente questa tradizione ha avuto inizio dopo la costruzione del monumento al Calvario, anche se molti pensano che questa preghiera e devozione (non facente parte degli eventi legati alla Quaresima e alla Settimana Santa molfettese) ha origini precedenti a tale costruzione.

(Foto: Gegè L. Gadaleta album).

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...