Le Confraternite del Sabato Santo, processione della Pietà.

Le Confraternite del Sabato Santo, processione della Pietà.
Guarda anche il video.
San Pietro, portato dalla Confraternita di Maria S.S. Assunta,1815, chiesa S. Gennaro.

A seguire la Veronica, portata dalla Confraternita del Carmine,1814, chiesa San Pietro.

S. Maria Cleofe, portata dalla Confraternita della Purificazione,1749, chiesa Vecchia, Duomo.

S. Maria Salomè, portata dalla Confraternita della Madonna di Loreto,1663, chiesa Santa Teresa.

S. Maria Maddalena, portata dalla Confraternita dell’ Immacolata Concezione,1613, chiesa San Bernardino.

S. Giovanni, portato dalla Confraternita di S. Antonio,1637, chiesa Sant'Andrea.

La Pietà, portata dall'Arciconfraternita della Morte, 26 Aprile 1613, chiesa del Purgatorio.

Durante l’uscita delle Statue, la banda cittadina suona la marcia funebre “Gatti” e poi “Perduta”.
Successivamente la banda intona le note della marcia “Dolor”, quando compare sul sagrato della chiesa, a mezzogiorno, la Pietà, portata a spalla dai Confratelli della Morte.
La marcia funebre “Patetica” (di F. Peruzzi), viene eseguita dinanzi alla casa del compositore Francesco Peruzzi.
Alla ritirata, in via Dante, nel punto chiamato “Chezzelicchie”, dal nome di un bar, ormai non più esistente, la statua della Pietà viene portata a spalla dai Sacerdoti, in cotta e stola, intonando le note dello “Stabat Mater”.
Le Statue, pregevoli opere in cartapesta, dello scultore molfettese Giulio Cozzoli, realizzate tra il 1906 ed il 1956. L' Addolorata (1958), S. Pietro (1948), La Veronica (1906), S. Maria Cleofe (1924), S. Maria Salomè (1953), La Maddalena (1956), S. Giovanni (1927), La Pietà (1908).


Molfetta nel Passato.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...