Cerca nell'archivio di Molfetta.

Nicola (Nicolò) Porta.

Nicolò Porta (5 dicembre 1710 - 22 febbraio 1784) era un pittore italiano del periodo tardo-barocco .
Nato e attivo in Molfetta. È nato da Saverio Porta, il primo maestro di Corrado Giaquinto. Nicolò trascorre alcuni anni con un cugino Giuseppe, ma poi si trasferisce per lavorare nello studio di Giaquinto a Roma per quasi un decennio. Egli era probabilmente impiegato nella decorazione delle chiese romane di Santa Croce a Gerusalemme nel 1744 e San Nicola dei Lorenesi nel 1746. Era molto attivo dipingere temi sacri per chiese della regione, tra cui Altamura, Andria, Bari, Bisceglie, Bitonto, Modugno e Nardò. Nicola Porta dopo il matrimonio con la giovane molfettese Anna Maria Azzollini, nel 1747, si sposta in Spagna al seguito del maestro, dove soggiorna dal 1753 al 1762. Muore nel 1784

Sulla parete centrale del Presbiterio al di sopra dell'altare maggiore, è collocata questa grande tela, in foto, attribuita a Nicola Porta, raffigurante S. Anna che presenta Maria bambina alla SS. Trinità. Tela  metri 2,20 x 2,90 metri. La chiesa della SS. Trinità esisteva già nel 1154, quando si legge della donazione di un palazzo posto a Molfetta e "confinante con la cocibolina Ecclesiae Sanctae Trinitatis Venusini cenovii". Nel 1154 questa chiesa apparteneva ai Padri Benedettini del Monastero della Trinità di Venosa, successivamente, nel 1297 la chiesa passò agli Ospedalieri di S. Giovanni di Gerusalemme.

Tra le sue opere ricordiamo:

Santissima Trinità per la Chiesa di SS. Trinità a Molfetta,
Nascita della Vergine per la chiesa parrocchiale di San Corrado,
Nascita di Cristo per la Cappella della Congregazione dei Pastori in Altamura,
Ste Teresa per la chiesa dei Teresiani di Altamura,
San Ferdinando e il Buon Pastore per la Chiesa Reale di San Nicolò a Bari,
San Francesco d'Assisi per la chiesa dei minori conventuali di Andria,
Assunzione di Cristo per la chiesa degli agostiniani in Andria,
Bisceglie la soffitta della cattedrale che indica il nuovo e vecchio testamento con gruppi opportunamente adattati.
Immacolata concezione per la chiesa delle Cappuccinelle di Modugno,
Affreschi raffiguranti Allegoria della Virtù per la Galleria nel Palazzo di Sig. Gentile,
San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista per una chiesa in Dalmazia,
Volo Miracoloso di San Giuseppe da Coperti per una chiesa a Nardò,
Arcangelo S. Micheal per la chiesa di Pomarico.

Due grandi tele, la Caduta della manna nel deserto e il Serpente di Bronzo, furono eseguite dal Porta, probabilmente tra il 1745-52, nel presbiterio della Chiesa di S. Domenico in Molfetta.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...